Poker News

Devilfish combatte la sua lotta contro il cancro

Scritto da Luca M.

Con lo spirito battagliero che lo contraddistingue la leggenda del poker britannico Dave Ulliott affronta una nuova e terribile sfida, quella contro il male che l’ha colpito.

Londra – La famiglia e i fan si stringono a scudo intorno a Devilfish, per aiutarlo e proteggerlo in questa triste pagina di poker che lo vede protagonista. Una battaglia dura e difficile aspetta il player inglese, ma l’atteggiamento vincente che in passato gli aveva permesso di toccare il tetto del mondo non l’ha abbandonato. Nel 1997 conquista il braccialetto WSOP e nel 2003 aggiunge anche il titolo World Poker Tour, vinto al termine di un epico testa a testa contro Phil Ivey.

Le notizie sulle sue condizioni di salute sono svariate e contrastanti, ma dalle pagine Facebook arrivano le smentite, in particolare quella del direttore Simon Trumper del Dusk Till Down, patria del poker inglese che tranquillizza la community sulle buone condizioni di Dave e sulla sua voglia di combattere anche questa grande battaglia. Sembra infatti che il player inglese sia molto indaffarato per organizzare la sua festa di compleanno e per il rilancio della sua Pokeroom, perché lui ci ha dimostrato più volte di essere è uno che non molla facilmente.

L’immagine di Devilfish che intrattiene i suoi ospiti con chitarra e piano, in compagnia del fedele cane ci parla di un uomo prima che di una e vera e propria leggenda del poker, un uomo che vuole ripartire dagli affetti e dalla tranquillità della sua casa, al riparo dal clamore dei Media.

A distanza di nemmeno un anno dalla morte di Chad Brown, portatoci via dalla stessa malattia a soli 52 anni il mondo del poker subisce un altro grave colpo. Mentre si parla già dell’inserimento di Ulliott nella Hall Of Fame, il rispetto dell’uomo prima che della celebrità è d’obbligo in un momento delicato come questo.

Sull'autore

Luca M.